fbpx

Germoglio Di Aglione Della Val Di Chiana I Tre Capi 280g

6.50

La parte più tenera della pianta di aglione pronta per stuzicare le vostre idee in cucina.

Quando viene il caldo e l’Aglione è stanco di crescere ci offre la sua parte più tenera e inaspettata: i talli. Immersi nell’ olio di oliva ed insaporiti con un rametto di timo, ottimi sia per l’aperitivo che per cucinare primi di ogni genere.

Disponibilità: 4 disponibili

Cos’è l’Aglione della Val di Chiana?

Scopriamo insieme cos’è l’Aglione della Val Di Chiana e come viene utilizzato.
Salvato dall’oblio da alcuni contadini “illuminati”, è tipico della Val di Chiana e non ci sono altre tracce in Italia che non provengano da qui. Da sempre utilizzato per produrre la famosa salsa all’aglio (perfetta per condire i pici) è molto usato in cucina: i più voraci lo mangiano crudo come insalata, ma è perfetto per una bruschetta con l’olio nuovo, è straordinario con qualsiasi pesce e si dice anche per la bagna cauda piemontese.

Questo gigante bianco si mangia anche con lo scapo fiorito, detto anche germogli o thalli, in modo simile agli asparagi, che vengono prima leggermente bolliti e poi in mille modi diversi.
È una pianta a basso impatto ambientale, molto rustica, una coltura di rinnovamento che richiede un’attenta lavorazione del terreno ma non richiede una concimazione particolare. Viene seminata intorno a ottobre nel letto più soffice possibile, poi ripulita meccanicamente dalle erbacce e non “trattata” se non con rame e zolfo o altri prodotti naturali. Intorno ad aprile-maggio i tralci vengono tagliati quando sono teneri e in giugno-luglio l’aglio viene separato dal suo amato terreno e lasciato ad asciugare al riparo dal sole.
È a questo punto che viene offerto in tutta la sua bontà, con il suo sapore erbaceo e la sua schiuma che vi permetterà di legare tutti gli ingredienti.

Informazioni del produttore, I Tre Capi :

Il terreno de “I Tre Capi” si trova nel comune di Montepulciano e Chiusi, in particolare nelle frazioni di Tre Berte e Montallese. Nel cuore della Val di Chiana, terra famosa per la sua frutta e verdura, terra che dobbiamo al genio fiorentino personificato nel conte Fossombroni e al granduca Pietro Leopoldo II di Lorena, gli unici due in grado di sfruttare le acque inquiete del Clanis e di bonificare la valle. Secoli di sostanza organica si sono così accumulati nel suolo della Val di Chiana, con risultati sorprendenti: l’esempio più fulgido è l’Aglione, il gigante bianco della zona, capace di raggiungere qui quasi un chilogrammo di peso.
È nel rispetto dell’ambiente che i Tre Capi coltivano i loro prodotti.
L’azienda è in conversione al regime biologico e non può, né vuole, utilizzare fertilizzanti, diserbanti e fungicidi non assolutamente naturali.
Quello che producono è come lo vedi tu, non nasconde nulla: sa esattamente quello che deve sapere.
Nella trasformazione, alla fine, non fanno altro che assemblare le pietre preziose creando gioielli unici, portando in tavola qualità e tradizione: è una tradizione in cui si può affondare il cucchiaio.

Peso0.4 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Germoglio Di Aglione Della Val Di Chiana I Tre Capi 280g”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *