Chianti Classico Brancaia

14.60

Questo vino è un omaggio al terroir del Chianti. Questo Sangiovese in purezza affascina con la sua semplicità e le sue note di ciliegia matura, uno degli aromi tipici di questa varietà. Colpisce per la brillantezza del suo colore e, in bocca, una piacevole freschezza incontra tannini fermi e giovani. Dopo 12 mesi in tini di acciaio e cemento, il vino è subito pronto da bere.

2019

Il tuo vino Chianti di tutti i giorni Fatto a brancaia

Sangiovese 100%

14% Alcool

Può rimanere in cantina: 5-7 anni

Profumi: Ciliegia e frutti rossi

Al palato è pronto e fresco

Temperatura di servizio: 18°

Conservare orizzontalmente, al buio e senza sbalzi di temperatura

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

Disponibilità: 5 disponibili (ordinabile)

Informazioni sul produttore, Brancaia :

La storia di Brancaia inizia nel 1980 quando la famiglia Widmer, di origine svizzera, acquista il Podere Brancaia di Castellina in Chianti come residenza estiva in Toscana. Bruno e Brigitte Widmer decisero di produrre solo vini di altissima qualità. Quello che allora era iniziato come un hobby, è cresciuto costantemente negli ultimi 40 anni fino a diventare una delle più importanti cantine della Toscana.

Oltre al primo Podere Brancaia, nel 1989 è stato acquistato il Podere Poppi a Radda in Chianti e nel 1998 il Podere Brancaia in Maremma, a pochi chilometri dal mare. Oggi, Brancaia ha 40 ettari di vigneti nella zona di produzione del Chianti Classico e 40 in Maremma, con cantine in entrambe le zone.

Brancaia ama e rispetta profondamente le tradizioni del passato, ma allo stesso tempo non teme di immaginare approcci nuovi e moderni.

La viticoltura biologica è sempre stata fondamentale per Brancaia.

Per molti anni ha abbandonato l’uso di erbicidi e insetticidi, e oggi è ufficialmente biologica a tutti gli effetti.

Negli ultimi 20 anni hanno utilizzato le colture di sovescio per proteggere e arricchire la struttura del suolo, eliminare le erbacce e contribuire al controllo degli insetti.

Le pratiche di coltivazione biologica proteggono il suolo, l’aria e l’acqua e migliorano il carattere e la qualità delle uve e, quindi, dei loro vini.

Maggiore è la biodiversità, maggiore è la resistenza e l’autoregolazione di un sistema.

L’agricoltura biologica e la qualità senza compromessi sono perfettamente compatibili.

I vini Brancaia soddisfano i più alti standard di qualità. Il team Brancaia lavora ogni giorno per migliorare, sia in vigna che in cantina. Uno dei principi fondamentali, che non ha mai perso il suo valore nel tempo, è che solo le uve migliori possono produrre grandi vini.

Brancaia ha scelto di non irrigare i suoi vigneti, che ricevono l’acqua fornita dalla natura. Le radici delle viti non irrigate tendono ad andare più in profondità nel terreno, alla ricerca di umidità e minerali. La viticoltura senza irrigazione non solo è più rispettosa dell’ambiente, ma produce anche uve dal sapore intenso e, quindi, vini complessi che riflettono le caratteristiche del terreno da cui provengono. La vendemmia viene effettuata interamente a mano e ogni vigneto viene vinificato separatamente. I loro processi fermentativi non prevedono più l’utilizzo di lieviti selezionati e i loro vini fermentano ora spontaneamente grazie ai lieviti selvatici presenti sul frutto e in cantina.

I vini Brancaia rappresentano al meglio la diversità, l’unicità e il legame con il territorio dei vigneti. Ogni vino Brancaia mostra armonia e una forte identità unica.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Chianti Classico Brancaia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *